Apriamo quella porta!

Parte il 29 settembre la campagna SMS solidale a sostegno delle attività di accoglienza e cura dei minori vittime maltrattamenti in famiglia.


Per la prima volta in Italia, 3 organizzazioni non profit lanciano insieme una campagna SMS solidale volta a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema delicato dell’accoglienza dei minori allontanati dalle famiglie a causa di maltrattamento e, parallelamente, a raccogliere fondi a sostegno delle strutture che ospitano questi minori.

Promotori della campagna sociale “Apriamo quella porta!” sono l’Associazione CAF, L’Impronta Onlus e la Cooperativa Sociale il Segno, 3 realtà da molti anni impegnate ad accogliere e curare minori in gravissima difficoltà presso le proprie Comunità sul territorio italiano.

 

Dal 29 settembre al 12 ottobre si potranno donare quindi 2 euro per ogni sms inviato al 45503 da cellulare privato Tim, Vodafone, Wind, 3, Postemobile, COOPVoce, Noverca. Per ogni chiamata effettuata allo stesso numero 45503 tramite un telefono di rete fissa Telecom Italia, Infostrada e Fastweb si potranno donare 2 o 5 euro, da rete fissa Teletu e TWT si potranno donare 2 euro.

 

Testimonial d’eccezione per questa importante campagna è Simona Ventura, che già da tempo sostiene queste 3 organizzazioni attraverso la sua Fondazione.

 

I fondi raccolti grazie alla numerazione solidale saranno destinati al sostegno delle attività che i tre Enti svolgono quotidianamente a favore dei minori ospiti delle loro strutture, nonché al potenziamento di alcuni servizi da questi offerti al territorio.

 

In particolare:

 

ASSOCIAZIONE CAF – Copertura dei costi relativi alle terapie psicologiche e al supporto psicopedagogico, fondamento del modello di cura dei bambini dai 3 ai 12 anni accolti nelle 3 Comunità Residenziali dell’Associazione. All’interno di queste strutture, infatti, i minori che hanno subito ferite relazionali profonde, seguono un percorso educativo e rieducativo personalizzato sulla base dei problemi individuali con il supporto di un’equipe multidisciplinare formata da educatori, pedagogisti, psicologi, psicoterapeuti e neuropsichiatri infantili, che offrono anche un aiuto alle famiglie d’origine e alle famiglie affidatarie.

 

Cooperativa Sociale IL SEGNO Onlus– Copertura delle spese di assunzione di un nuovo educatore professionale necessario a mantenere i requisiti di legge per il numero di minori accolti. Negli ultimi anni, infatti, l’aumento delle richieste di accoglienza ha spinto la Cooperativa ad ampliare la sua capacità ricettiva con l’apertura di due nuove strutture. 
Sostegno dei costi di supervisione necessari per l'aggiornamento continuo del personale qualificato fondamentale per l’accoglienza di minori con profili diagnostici sempre più gravi e complessi.

 

L’IMPRONTA Onlus – Ampliamento della capacità ricettiva della Comunità Residenziale Casa Scricciolo che accoglie bambini e adolescenti fra i 4 e i 14 anni provenienti da contesti familiari gravemente problematici.

L’Associazione Impronta intende parallelamente ampliare il numero di minori accolti nella Comunità Diurna per Minori, nata come risposta di accoglienza innovativa in quelle situazioni in cui ci sia ancora margine per lavorare in sinergia con la famiglia del minore.

 

Le Organizzazioni promotrici:

ASSOCIAZIONE CAF Onluswww.caf-onlus.org 

  CAF Onlus è un’associazione che dal 1979 opera nel settore dell’accoglienza e della cura di minori vittime di abusi e maltrattamenti e nel sostegno delle famiglie in crisi. È attiva su diversi fronti: la prevenzione primaria e secondaria dell’abuso e del maltrattamento infantile con interventi specifici su mamme e bambini nella fascia d’età 0-2 anni; quello l’accoglienza e la cura specialistica di minori vittime di abuso e maltrattamento in 4 strutture residenziali (Comunità) e 1 struttura diurna (Centro Diurno) nella fascia d’età 3-18 anni, il sostegno psico-educativo alle famiglie d’origine dei bambini seguiti, la sensibilizzazione, la selezione, la formazione e l’affiancamento delle persone/famiglie che intendono intraprendere un percorso di affido.

 

ASSOCIAZIONE L’IMPRONTA Onlus www.improntas.it 

  L'Impronta è un'associazione ONLUS che dal 1999 realizza interventi rivolti a minori in difficoltà e a persone disabili appartenenti a diverse fasce di età, caratterizzati da una progettualità specifica e miranti al raggiungimento di obiettivi individualizzati. Realizza inoltre iniziative e percorsi di tipo formativo rivolti alle persone che, con ruoli diversi, sono in contatto con la realtà dell'associazione, nonché progetti di promozione del volontariato e della cultura della solidarietà.

 

COOPERATIVA SOCIALE IL SEGNO Onlus www.associazionesegno.com

Il Segno Onlus è una Cooperativa Sociale che gestisce case di accoglienza e comunità educative per minori da 0 a 17 anni allontanati dalle famiglie d'origine su decreto del Tribunale dei Minori. La Cooperativa Il Segno gestisce quattro strutture: una casa famiglia multiutenza che per rispettare e soddisfare al meglio i bisogni dei minori è stata dedicata all'accoglienza dei bambini da 0 a 3 anni d'età, un'altra casa famiglia multiutenza per bambini da 4 a 10 anni d'età e due comunità educative per minori da 11 a 17 anni d'età, una per l'accoglienza di minori maschi e l'altra per l'accoglienza di adolescenti femmine.

 

La campagna ha ottenuto il patrocinio del Segretariato Sociale Rai, che ne sosterrà la divulgazione.

 

 

CREDITS Campagna sms solidale “Apriamo quella porta!”:

Spot Radio > Copy: Enrico Chiarugi; Casa di Registrazione: Eccetera.

Spot TV > Casa di produzione: Mercurio Cinematografica; Executive Producer: Luca Fanfani; Producer: Alessandro Cavriani; Fotografia: Michele Brandstetter de Bellesini; Montaggio: Eleonora Cao; ; Art: Antonio Cirenza; Copy: Enrico Chiarugi; Regia: Roberto Cinardi in arte Saku; Post-produzione video: Xchanges Vfx; Post-produzione audio: Eccetera; Musica: Luca Imperato.

Stampa e web > Art: Antonio Cirenza; Copy: Enrico Chiarugi;

CHI SIAMO

La nostra storia nasce nel 1996 quando abbiamo accolto i primi 5 bambini.

 

Il concetto di accoglienza è per noi legato al bello, il bello introduce al vero, il vero allarga la misura del cuore... chi è accolto deve sentirsi voluto ed amato, la sua storia, pur drammatica che sia, non può e non deve essere l'ultima parola sulla sua vita. 

 

Accogliere per noi è condividere la vita. Ogni incontro è un avventura, un viaggio affascinante dove la gioia supera l'immensa fatica. 

 

Questa posizione umana è sostenuta però anche da una grande esperienza e professionalità: psicologi ed educatori professionali lavorano con passione ed intelligenza affinchè i progetti educativi abbiano un esito positivo, in altre parole affinchè ogni bimbo o ragazzino che incontriamo possa ricominciare.

 

In questi anni abbiamo incontrato e accolto centinaia di bambini.

 

La nostra impostazione educativa vuole andare oltre l'accudimento. E' il legame la cosa più importante. Dentro un rapporto autentico la libertà dell'altro è sollecitata a perseguire il bene.

 

Nel 2007 grazie anche al prezioso contributo di alcuni sostenitori abbiamo avviato un ampliamento del polo educativo che oggi conta 4 case di accoglienza, attivate una ogni anno, negli ultimi 5 anni.

 

Pochi sanno quanto anche nel nostro Paese l'infanzia sia violata, per questo non vogliamo fermarci e abbiamo tantiprogetti orientati a dare una chance a quelli che saranno gli adulti di domani.